Ginnastica Posturale

La Ginnastica posturale è un insieme di esercizi volti a ristabilire l’equilibrio muscolare: in particolar modo, si tratta di una serie di movimenti, basati sul miglioramento della postura e sulla capacità di controllo del corpo, capaci di agire su zone del corpo rigide o affette da dolori.
Gli esercizi, che possono avere sia funzione di terapia che di prevenzione, hanno come scopo quello di rieducare il corpo umano a seguire i movimenti in maniera corretta e ad assumere le giuste posture nella quotidianità.


Applicazioni
La ginnastica posturale serve come tecnica riabilitativa quando si evidenziano determinati problemi alla colonna vertebrale e alla postura (ossia la posizione che il corpo deve assumere quotidianamente), dovuti sia alla sedentarietà che ad interventi chirurgici.
In particolare, è consigliata in caso di operazioni al menisco.
Con la ginnastica posturale è possibile agire su:

  • Elasticità muscolare e mobilità articolare per mezzo di specifiche tecniche di allungamento muscolare (sia distrettuale che globale) e mobilizzazioni articolari in grado di prevenire ed eliminare retrazioni muscolari e contratture, così come di preservare l’integrità articolare e connettivale;
  • Forza e resistenza tramite esercizi finalizzati al rinforzo muscolare e al training cardio-respiratorio;
  • Abilità motorie attraverso specifiche tecniche di rieducazione neuromuscolare e schemi motori sempre più articolati;
  • Rieducazione respiratoria, indispensabile per il benessere dell’organismo;
  • Capacità di concentrazione, auto rilassamento, gestione dello stress;
  • Postura, movimento ed equilibrio.

Con la ginnastica posturale è, quindi, possibile curare e prevenire, attraverso lo stretching della schiena, i più comuni disagi muscolo scheletrici (lombalgie, sciatalgie, mal di schiena, cervicale, scoliosi, artrosi, osteoporosi), circolatori (varici, stasi venose, ipertensione, ipotensione), organici (alterazione del neurovegetativo, insonnia, indebolimento del sistema immunitario, problematiche gastroenteriche) e psichici (stress, depressione, difficoltà di concentrazione e di memoria, attacchi di panico e ansia).